Truffa alla Telecom. Undici gli indagati

La procura di Bari ha chiuso le indagini su una presunta truffa per svariati milioni ai danni di Telecom. Undici gli indagati accusati di associazione per delinquere finalizzata alle truffe e alle frodi informatiche. I fatti risalgono al 2007. A denunciare la truffa, al momento non ancora quantificata con esattezza, è stata Telecom Italia, dopo numerose segnalazioni di clienti che si sono visti recapitare bollette ‘salate’, per migliaia di euro. Infatti, secondo l’accusa, gli indagati si introducevano nelle centrali Telecom attraverso cabine telefoniche e, con raggiri informatici, si allacciavano alle reti domestiche. Quindi, facevano partire telefonate a numeri con prefisso 899 e 144 con il solo scatto alla risposta fino a 12 euro.

Queste telefonate venivano fatturate da Telecom e dagli altri gestori sulle bollette, ed il corrispettivo veniva poi girato ai centri servizi di telefonia titolari della relativa numerazione. Infatti, il guadagno sulle telefonate a pagamento, non finisce nelle ‘tasche’ di Telecom, ma in quelle dei centri servizi che gestiscono questo tipo di traffico. Secondo gli investigatori, gli 11 indagati erano in alcuni casi i titolari di questi centri, in altri d’accordo con loro per manomettere materialmente le linee dalle cabine telefoniche. La polizia ha accertato fino a 400 telefonate di questo tipo in ciascuna bolletta.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *