Parco Nazionale del Pollino, le dichiarazioni del vice presidente Fiore

A San Severino Lucano, Franco Fiore, vice presidente del Parco Nazionale del Pollino, ci illustra una serie di programmi e priorità programmati dal suo Ente.

 Fiore, Il Parco Nazionale del Pollino attrattore turistico, ambientale ed enogastronomico di Basilicata. Quali sono i principali eventi programmati nei primi mesi del 2019?

Fiore:” Il Parco parteciperà a diverse manifestazioni fieristiche come la Bit di Milano, al Festival di Sanremo,  il Salone del Gusto, eventi di carattere agroalimentare e di valorizzazione del territorio. Abbiamo programmato la realizzazione di una fiera all’interno del Parco, alla quale parteciperanno aziende agricole del territorio, operatori turistici, associazioni che promuoverannno percorsi turistici che attraverseranno geositi di rilievo all’interno del Biopcome Cozzo Fratta del Comune di Rotonda, Italus, IL Vetusto Pino Loricato, ubicato nella zona  a cavallo tra Basilicata e Calabria, Terranova del Pollino ed altri centri che rivestono notevole interesse sotto il profilo storico, ambientale e turistico. La nostra mission è finalizzata ad esaltare gli aspetti ambientali ed enogastronomici del nostro territorio attraverso le molteplici bio diversità di cui il Parco dispone. Il Peperone di Senise, la Melanzana Rossa, i salumi, i vini come il Primitivo di Chiaromonte ed il Grottino di Rccanova. Grande interesse verso i percorsi culturali che ripercorrono la storia del Parco, attraversando la Valle del Sinni, dove sorgono antichi monasteri del 1200, legati al culto mariano. IL Parco sostiene gle eventi di Matera 2019, alla cui manifestazione parteciperà attivamente.

Dopo gli spiacevoli episodi avvenuti negli ultimi mesi del 2018 , nelel gole del Raganello, quali sono i provvedimenti adottati dal suo Ente?
Siamo impegnati nell’attuazione di un regolamento approvato da vari organismi, finalizzato a stabilire la titolarità per percorrere le aree del Parco. L’esercizio finanziario ha previsto un fondo di 1.2000.000 euro per segnare ed evidenziare i sentieri. Abbiamo programmato l’eventuale acquisizione di una parte del comune di Viaggianello e renderlo patrimonio dell’ Ente. A breve, in comune accordo con i comuni, si sottoscriverà il regolamento di sicurezza”.

Lidia Lavecchia    

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *