Accordo Comune di Spinoso-Accademia di Brera, il plauso di Pittella

Il presidente della Regione, Marcello Pittella, ha incontrato il sindaco di Spinoso, Pasquale De Luise, per  approfondire i contenuti della convenzione sottoscritta tra quel Comune e l’Accademia di Belle Arti di Brera, che ogni anno accoglie a Milano circa tremila studenti con un elevato tasso di internazionalizzazione. A seguito dell’intesa sottoscritta con il direttore dell’Accademia, prof. Franco Marrocco, già da quest’anno, nella suggestiva cornice di Palazzo Ranone , a Spinoso, saranno attivati quattro soggiorni della durata di un mese ciascuno, che consentiranno a gruppi di 20-25 studenti di Brera per ciascun corso di confrontarsi con una realtà diversa da quella di provenienza e di conoscere e apprezzare i paesaggi e i tesori artistici dell’intera regione.

A marzo, giugno, settembre e dicembre di ogni anno, è stato infatti spiegato nel corso dell’incontro, gruppi di ragazzi di altre regioni d’Italia, partendo da Spinoso, visiteranno gli scavi archeologici di Grumentum, il parco letterario “Carlo Levi” di Aliano, la città di Matera, la casa museo di Leonardo Sinisgalli di Montemurro, il percorso dell’energia a Tramutola e il museo del lupo e dell’arpa a Viggiano, oltre ad altre località turistiche della Basilicata e non solo, con il risultato di farne dei “testimonial” di eccezione della nostra regione.

Il presidente Pittella, nel complimentarsi con il sindaco De Luise per l’intuizione avuta e soprattutto per la determinazione con la quale ha prima perseguito e poi formalizzato  il gemellaggio culturale con uno degli atenei pubblici più prestigiosi nel settore dell’alta formazione artistica e musicale del Paese, ha sottolineato come l’accordo tra il Comune di Spinoso e l’Accademia di Brera si inserisca in un virtuoso processo di recupero e di messa a valore di alcuni palazzi storici della Basilicata che, una volta ristrutturati, devono diventare – ha detto – motori della crescita economica e culturale delle nostre comunità.

La Regione – ha annunciato il presidente Pittella – anche attraverso il programma operativo Val d’Agri gestito dai propri uffici, non farà mancare, nelle compatibilità di bilancio, il sostegno nelle attività di accoglienza dei docenti dell’Accademia di Brera oltre che nell’organizzazione di visite guidate di studenti e insegnanti e, se possibile, anche delle loro famiglie, su tutto il territorio lucano, all’insegna di una promozione turistico-culturale a 360 gradi.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *