Avviate le procedure tecniche e amministrative per l’allestimento della Fiera Aerospazio a Grottaglie

Nota dell’assessore allo Sviluppo Economico, Mino Borraccino:
“Sono state avviate da Aeroporti di Puglia le procedure tecniche e amministrative finalizzate all’organizzazione, alla progettazione e all’allestimento degli spazi per la realizzazione della Fiera Internazionale dell’Aerospazio che si svolgerà presso l’Aeroporto di Grottaglie dal 25 al 27 marzo 2020. Prosegue, così, con impegno e grande determinazione, il percorso di avvicinamento a questo grande appuntamento che porterà per tre giorni, presso lo scalo grottagliese “Marcello Arlotta”, le eccellenze delle start up e delle imprese innovative italiane, i grandi “key player” dell’industria aerospaziale e quelli del sistema dei capitali in Italia e all’estero, per confrontarsi sulle prospettive di sviluppo del comparto aerospaziale e per mettere in relazione il sistema dell’offerta dei prodotti, delle tecnologie e dei servizi, riferiti ai velivoli autonomi con la relativa domanda pubblica e privata, oltre che con gli investitori.
“L’evento, denominato “Mediterranean Aerospace Marching”, sarà anche l’occasione per promuovere opportunità di investimento e favorire i processi di internazionalizzazione produttiva e di rafforzamento della competitività delle imprese pugliesi della filiera dell’aerospazio che rappresenta, oggi, uno dei settori trainanti per tutta la nostra economia, ponendosi come una vera e propria eccellenza a livello non solo italiano.
Sono molto soddisfatto e orgoglioso per il lavoro che la Regione Puglia e, in
particolare, l’Assessorato allo Sviluppo Economico, sta compiendo, in collaborazione con Aeroporti di Puglia e con il Distretto Tecnologico Aerospaziale, in vista di questo grande appuntamento che conferma la grande attenzione con la quale il Governo regionale, a cominciare dal Presidente Michele Emiliano, guarda alle prospettive di sviluppo dell’aeroporto di Grottaglie non solo come scalo industriale o come fulcro del distretto dell’aerospazio, ma anche in vista del suo utilizzo per i voli di linea per i passeggeri, come dimostrano i tanti lavori in corso o in procinto di partire per il miglioramento dell’aerostazione e l’adeguamento ai più avanzati standard di sicurezza, o per gli interventi di ampliamento del piazzale di sosta e la via di rullaggio, al fine di rendere l’infrastruttura sempre più adeguata non solo per i voli cargo ma anche per gli aeromobili civili.
In questo contesto, anche grazie alla realizzazione della ZES Jonica, l’aeroporto tarantino potrà certamente svolgere un ruolo sempre più strategico e di primissimo piano, contribuendo a proiettare Taranto, la sua provincia e tutta la Puglia nel futuro, garantendo sviluppo per il territorio e occupazione soprattutto per i più giovani.”
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *