Il consigliere Damascelli chiede audizione sugli scarichi delle acque reflue da Lama San Giorgio a Rutigliano

“Scongiurare lo scenario che vede lama San Giorgio a Rutigliano ridursi a canale di scolo della fogna depurata col rischio che arrivino direttamente liquami di fogna nei casi di emergenza dovuti alla piogge abbondanti: è quello che chiederò nell’audizione urgente di Aqp, Aip, Regione, Comune di Rutigliano e associazioni locali, convocata su mia richiesta”. A parlare è il consigliere regionale di Forza Italia Domenico Damascelli.

“Ho assunto quest’impegno intervenendo in Consiglio comunale a Rutigliano per discutere del problema, dopo averlo già affrontato nella mia interrogazione regionale dello scorso 9 ottobre. La comunità locale è fortemente preoccupata per le potenziali conseguenze non solo per la salute pubblica, ma anche per il patrimonio paesaggistico, storico e archeologico. -ha detto Damascelli – Un patrimonio che abbiamo il dovere di tutelare: per lama San Giorgio, infatti, è in corso persino l’iter di istituzione di un Parco. Vorrei ricordare che siamo in presenza di un polmone verde fondamentale per il territorio, che – in caso di “troppo pieno” dovuto a piogge particolarmente abbondanti – diverrebbe punto di raccolta di acque non depurate provenienti dal depuratore del vicino comune di Casamassima. Scaricare in lama i reflui della fogna depurata è inaccettabile: lo ha ribadito più volte il Consiglio comunale di Rutigliano, con deliberazioni approvate all’unanimità, in ragione dei rischi che ciò potrebbe determinare per i cittadini e per i terreni che fiancheggiano la lama. Adesso, però, tocca alla Regione dare risposte efficaci, autorizzando soluzioni alternative già prospettate da Aqp. In Commissione Ambiente chiederemo al Governo regionale di porre fine a questa vicenda, per garantire il diritto alla salute dei rutiglianesi e preservare i tesori di storia e natura del territorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *