La Filca Cisl Basilicata lancia il servizio gratuito Amico Lavoro, dedicato a chi cerca un’occupazione

Si chiama Amico Lavoro ed il nuovo servizio offerto dalla Filca Cisl per facilitare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro nei settori delle costruzioni e del legno. Il servizio conta su un network nazionale di oltre 30 sportelli al servizio di imprese e disoccupati. In Basilicata Amico Lavoro è attivo a Potenza nella sede regionale della Filca Cisl in Via degli Olmi 5/A, nei pressi di Parco Montereale. Lo sportello è aperto al pubblico il mercoledì dalle 16:30 alle 18:30 e il venerdì dalle 10:30 alle 12:30.
Cosa fa in concreto Amico Lavoro? Offre innanzitutto un servizio qualificato e professionale ai lavoratori che cercano nuova occupazione nel settore delle costruzioni e del legno o che vogliono individuare altre opportunità in ambiti lavorativi differenti. Amico Lavoro opera in modo del tutto gratuito e offre un accompagnamento personalizzato.
Rivolgendosi allo sportello di Amico Lavoro il disoccupato può individuare le offerte di lavoro sicuro e affidabile; ricercare e contattare le aziende che hanno bisogno di lavoratori; stilare il curriculum vitae e la lettera di presentazione; imparare ad affrontare un colloquio di selezione; conoscere le tutele legislative, previdenziali e assicurative.
Amico Lavoro aiuta anche le imprese che sono alla ricerca di personale grazie al database interno che è interconnesso con i sistemi della pubblica amministrazione attraverso la piattaforma ClicLavoro, con i servizi all’impiego e alla formazione delle parti sociali, degli enti bilaterali, dei patronati e dei servizi di consulenza e assistenza alle imprese. Anche per le imprese il servizio è gratuito.
“Secondo una recente ricerca dell’Istat – spiega il segretario generale della Filca Cisl Basilicata, Michele La Torre – solo quattro giovani su dieci si rivolgono ai centri pubblici per l’impiego per trovare lavoro, mentre il 55 per cento ricorre alla mediazione di parenti e amici. Con il progetto Amico Lavoro la Filca Cisl vuole riempire questo vuoto del sistema pubblico aiutando chi non ha lavoro e non ha santi in paradiso a trovare un’occupazione nel settore delle costruzioni e del legno o anche in altri settori con la massima trasparenza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *