L’associazione ‘Agorà’ organizza un convegno a Melfi sul tema della dislessia

L’Associazione Agorà nata l’anno scorso ha come finalità l’inclusione sociale, la sensibilizzazione e l’informazione sui Disturbi specifici dell’Apprendimento e a garantire, tutelare il pari accesso allo studio e alle mete culturali. Per questo, giovedì 26 MAGGIO mattina, alle 9,30 presso l’auditorium della scuola Nitti abbiamo organizzato con il patrocinio del comune di Melfi un convegno dal nome: “CHE COS’E LA DISLESSIA?”
Un convegno che spiega e fornisce gli strumenti per conoscere la dislessia: col termine disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) ci si riferisce ad un gruppo eterogeneo di disturbi consistenti in significative difficoltà nell’acquisizione e nell’uso di abilità di ascolto, espressione orale, lettura, ragionamento e matematica, presumibilmente dovuti a disfunzioni del sistema nervoso centrale. Nella categoria dei disturbi specifici dell’apprendimento rientrano i disturbi delle abilità scolastiche, in particolare: dislessia, disortografia, disgrafia e discalculia.
Tra gli interventi di spessore avremo lo psicopatologo sui dsa Dott. Giovanni Matera, la Psicopedagogista Antonella Sibio e per la prima volta in Basilicata il responsabile unico presso il Giubileo dell’Educazione delle NAZIONI UNITE il Dott.Domenico Di Conza. Scopo principale degli interventi sui disturbi specifici dell’apprendimento è ridurre l’impatto che questi disturbi possono avere sulla carriera scolastica e sulla vita degli alunni. Interventi a 360 gradi prevedono l’impiego di conoscenze legate a figure professionali diverse (psicologo, neuropsichiatra, pedagogista, logopedista) e richiedono la collaborazione/interazione “alunno-famiglia-scuola-esperto”. Sin dalla scuola dell’infanzia è possibile attuare degli interventi preventivi rivolti a tutti gli alunni allo scopo di potenziare i prerequisiti. Il bambino che riceve una diagnosi precoce e viene sottoposto ad un potenziamento ha maggiori probabilità di migliorare le prestazioni ed allo stesso tempo conoscere ed usare strumenti e strategie alternative adatte alla sua condizione. Ai genitori dei bambini con disturbi specifici dell’apprendimento noi forniamo un servizio di informazione, aiuto e tutela centrato sui punti di forza del bambino per auspicare un miglioramento nello sviluppo delle competenze compromesse dal disturbo ed evitare possibili ripercussioni negative a livello emotivo-motivazionali.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *