Ancora successi per la Polisportiva Rocco Scotellaro di Matera

Lo scorso 20 marzo a Cassino (Frosinone) si sono tenute le gare di marcia su strada, categoria allievi e il trofeo nazionale cadetti. Ottime le prestazioni per gli atleti della polisportiva Rocco Scotellaro impegnati nei Campionati Italiani di Marcia su strada, in particolare Alessandro e Sofia Perrone, figli dell’allenatore Pino Perrone.
All’esordio sulla distanza di 10 chilometri ben si comporta l’atleta Alessandro Perrone, classe 2000, al primo anno nella categoria allievi, che gestisce tatticamente tutta la gara condotta in leggera progressione e chiusa a ridosso di atleti già avvezzi alla distanza di 10km finendo in 13° posizione con il tempo di 48 minuti e 47 secondi senza alcuna penalità in una giornata in cui altri marciatori ben più blasonati hanno rischiato squalifiche. Ottimo esordio considerata la stagione ancora lunga e piena di impegni agonistici di rilievo.
Per quanto riguarda il trofeo nazionale cadette si è ben comportata la polivalente atleta Sofia Perrone (classe 2002),  marciatrice all’esordio sulla distanza di gara di 4 km ed al suo primo anno di categoria, piazzandosi 11° con il tempo di 21′:54” in una gara dalla condotta tattica accorta e attenta che l’ha vista gareggiare fra le cadette, ben  52 iscritte provenienti da tutta italia. Anche per le lei ottimo esordio in vista di una stagione agonistica che si presenta ricca di impegni sportivi che non riguardano solo la specialità della marcia.  La società ed il coach si ritengono molto soddisfatti delle prestazioni ottenute, ma considerano ancora lungo il cammino che vede la società polisportiva impegnata su più specialità atletiche e sul reclutamento di atleti che mostrano passione per le tante discipline dell’atletica leggera.
La Polisportiva continua a marciare su una strada virtuosa, sul solco della tradizione, infatti, negli anni ’70 sono stati diversi i campioni di marcia, in particolare gli attuali presidente (Paolo Giorgialongo) e vicepresidente (Carmine Ambrico) che stanno lavorando affinché ritornino quei tempi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *