Artekne: l’arte in mostra

La terza edizione di Artekne è tornata a Matera, dove tre anni fa prendeva il via la nuova iniziativa che sfrutta location diverse e suggestive per dare un valore aggiunto ai pezzi in mostra. Tanti gli artisti e le performaces proposte anche per l’edizione 2011. Ogni stanza una piccola galleria, inserita in un concetto più ampio di spazio espositivo. Videoart, sculture, dipinti, provocazioni, writers tutti elementi che riempiono il tema degli organizzatori, dare spazio ai giovani artisti contemporanei e che hanno avviato un ricerca costante per perfezionare al meglio la loro forma espressiva. Il Cristo che trema è solo una delle opere dedicate alla “trascendenza” che prendono vita sulla roccia nuda. E’ invece del cinese Chen Chen Jen “Lingchi Echoes of a Historical Photograph”, l’altro video che mostra l’esecuzione di un condannato a morte mediante il Lingchi, una lenta tortura che prevede più di mille tagli sul corpo del condannato prima della morte. L’egiziano Wael Schoky e il bosniaco Damir Niksic sono gli autori degli altri due suggestivi video esposti.
Nella chiesa rupestre di Santa Maria de Armenis, sono i “dormienti”, gli “Sleepers”, i personaggi del rumeno Istvan Betuker, “incastrati” a loro volta nella roccia, tutti immersi nel sonno e forse anche in sogni liberatori. Avvolte da un’atmosfera di silenzio e di mistero “le immagini dei corpi assopiti di Istvan Betuker – ha scritto il curatore di Artekne, R. Bianchini – sono colte in un contesto narrativo che costituisce lo sfondo di un compendio illustrativo delle condizioni e delle esperienze umane, ma anche delle sue stesse ossessioni e dei suoi aneliti”.

E’ questa una delle mostre allestite nell’ambito della terza edizione di Artekne che, curata da R Bianchini con la direzione artistica di Giuseppina Travaglio e l’organizzazione dell’Associazione Zoe di Potenza presieduta da Ugo Barra, anche per quest’anno propone  la sua rivoluzione: la volontà di contaminare, con l’avanguardia dell’arte contemporanea, il fascino intatto di una terra antica e inviolata; di colorare il bianco dei Sassi, di agitare le onde del mare, di intrufolarsi in location straordinarie come le “calde” di Latronico,
Allestita nel cuore dei Sassi, uno dei luoghi più suggestivi della Basilicata, la mostra mercato resterà aperta fino al 29 maggio con i seguenti orari di visita: sabato 28 dalle 19,30 alle 24; domenica 29 dalle 15,30 alle 19,30 (ingresso 10 euro, ridotto 5 euro). La sera di domenica, alle 20, verrà assegnato il Premio Artekne 2011 all’opera più significativa scelta da una commissione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *