Elezioni OPI Potenza, la lista “Infermieri in Ordine” si presenta: “Siamo giovani con ideali, idee ed entusiasmo”

Una nuova lista, composta prevalentemente da giovani, per rompere i vecchi giochi e schemi e irrompere sulla scena delle imminenti Elezioni 2020 dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Potenza. E’ il progetto della lista ‘Infermieri in Ordine’ in vista delle elezioni che si terranno dal 22 al 25 ottobre.
“Il nostro programma prevede una partecipazione allargata. La lista, infatti, candida molti giovani perché hanno ideali, hanno idee, hanno entusiasmo. – si legge nella nota – La lista nasce da un lungo periodo di studio, condivisione e soprattutto di ascolto di molti colleghi che hanno espresso l’esigenza di un nuovo gruppo rappresentativo per età, genere, competenze, esperienze e specificità professionali. Sono molti, infatti, gli infermieri convinti che l’Ordine di Potenza meriti una nuova rappresentanza, discontinua con il passato, finalmente in grado di proporre qualcosa di nuovo, concreto e costruttivo. Questo percorso di confronto e di coinvolgimento diffuso ha permesso che Infermieri in Ordineriesca a rappresentare la complesstà della professione nella provincia di Potenza: diverse realtà ospedaliere, il territorio, il 118, il privato, la libera professione, la formazione universitaria. Tutti i nostri candidati hanno come impegno e obiettivo la valorizzazione quotidiana e concreta dell’Infermieristica. Il nostro programma si basa su 5 punti:

  1. partecipazione e promozione intesi come comunicazione dei contenuti di interesse professionale e diffusione dei valori propri dell’infermiere;
  2. tutela della professione: la tutela degli infermieri è una responsabilità che ci siamo dati unita allavalorizzazione, sviluppo e riconoscimento di quanto facciamo per i cittadini. Un’attività centrale e strategica nel nostro progetto che sarà variamente articolata: percorsi formativi sulla gestione del rischio clinico e sulla responsabilità professionale; collaborazione con le aziende e le istituzioni per la promozione di modelli organizzativi volti all’esaltazione delle funzioni, del ruolo e delle competenze dell’ Infermieristica; consulenza legale e professionale e supporto al fenomeno del demansionamento; difesa dell’attività libero professionale con il contrasto dell’abusivismo; azioni a garanzia del decoro e della tutela della professione e dell’identità e dell’immagine dell’infermiere ;
  3. tutela del cittadino: collaborare con le associazioni a tutela del cittadino e di volontariato; promuovere iniziative per sensibilizzare ed educare la collettività su tematiche sanitarie di interesse comunitario; interlocuzione tra Regione e Università per la condivisione di protocolli d’intesa. Integrazione e sinergia tra infermieri e istituzioni rappresentano una chiave di volta decisiva per la Cura dei cittadini;
  4. formazione: organizzare corsi ECM residenziali e FAD gratuiti per potenziare le competenze avanzate e specialistiche; sviluppare corsi di perfezionamento con relativa certificazione di competenze avanzate; supportare l’istituzione della figura dell’Infermiere di Famiglia e di Comunità; creare un servizio di rilevazione delle competenze di area clinico-assistenziale, manageriale ed organizzativa per rispondere con mirati eventi formativi. Puntando alla partecipazione trasversale dei colleghi interessati e di esperti animeremo gruppi di lavoro su tematiche ad alta valenza assistenziale;
  5. attività scientifica: collaborazione con società scientifiche per pubblicazioni e implementazione di best practice; fruizione gratuita dei contenuti (benchmarking); attivazione di borse di studio per neo-laureati.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *