La Fials Potenza denuncia l’indifferenza della Direzione Aziendale del San Carlo di Potenza

Contrariamente a quanto asserito- è quanto dichiara la segreteria Provinciale – dalla Direzione Aziendale in occasione del secondo Bilancio Sociale, la scrivente O.S., denuncia, invece, l’indifferenza e l’indisponibilità a mantenere costanti e corrette relazioni sindacali, condizioni indispensabili per costruire un saldo piano di confronto concreto e propositivo.
Seguendo il percorso tracciato dall’Azienda, l’intenzione sarebbe quella di mantenere aperta una regolare comunicazione con il mondo sindacale necessaria ad un confronto costruttivo. Sembra però che questi siano solo buoni propositi poiché numerosi incontri sono stati rimandati e sono stati ignorati solleciti informali nonostante la messa in luce di criticità che andavano affrontate con una certa urgenza.
Un ordine del giorno ad esempio, prevedeva un confronto, alla vigilia delle ferie estive, sull’organizzazione del lavoro visto che puntualmente emergono delle vere emergenze. In alcune U.O.C. come l’UTIN, dove già da tempo sono note le carenze in organico del personale infermieristico, durante questo periodo, la criticità si rivela in tutta la sua gravità. E’ impensabile infatti, che per garantire il diritto di 15 giorni effettivi di ferie al personale, l’unico rimedio è quello di utilizzare forme di lavoro straordinario con doppi turni e maggiore stress tra gli operatori. Criticità ci sono in Pediatria aggravate dai continui trasferimenti dei piccoli utenti verso il Bambino Gesù di Roma. Piano sulla Pronta Disponibilità 2014 volutamente non discusso, oltre alla mancata chiarezza relativa alla predisposizione degli ordini di servizio.
Stessa criticità viene evidenziata anche all’UTIC dove durante il turno, gli infermieri già ridimensionati, oltre a garantire l’assistenza infermieristica in area critica devono garantire prestazioni assistenziali d’interventistica urgente presso la sala d’interventistica radiologica dell’UTIC.
Con la presente, sollecitiamo un’urgente convocazione considerate le criticità evidenziate.
La complessità dell’Azienda, -conclude la Fials- la delicata e complicata organizzazione del lavoro, devono trovare nei dipendenti una risorsa da valorizzare e non un costo da contenere, pertanto reclamiamo relazioni sindacali costanti e positive atte ad individuare e condividere le problematiche e le possibili soluzioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *