Il Matera espugna Salerno all’ultimo minuto

Salernitana-Matera 0-1
Salernitana: Gori, Colombo (61’Trevisan), Lanzaro, Tuia, Bocchetti, Moro. Pestrin, Favasuli (82’Franco), Nalini, Calil (46’Mendicino), Negro. A disposizione: Russo, Bovo, Tagliavacche, Cristea. Allenatore: Menichini.
Matera: Bifulco, Mucciante, De Franco, D’Aiello, Ferretti, Coletti, Iannini, Mazzarani, Albadoro (52’Diop), Letizia (68’Pagliarini), Carretta (89’Faisca). A disposizione: Russo, Ashong, Bernardi, Flores. Allenatore: Auteri.
Arbitro: Guccini di Albano Laziale.
Rete: 94’Diop
Ammoniti: Mazzarani, D’Aiello. Mucciante, Colombo, Favasuli
Un Matera autoritario espugna l’Arechi di Salerno per 1-0 e conquista 3 punti d’oro per la corsa play-off. La ‘zona Cesarini’ è stata confermata anche sul rettangolo di gioco campano, dopo la rete di Coletti contro il Barletta. Questa volta è toccato a Diop trasformare in oro la chance avuta a tempo praticamente scaduto e far gioire i circa 200 tifosi materani presenti sugli spalti del catino salernitano.
Una gara tutto sommato equilibrata, con il Matera che sfiora la rete nella prima frazione con Carretta (2 volte), dall’altra parte ci prova con Pestrin. Nella ripresa Manichini è costretto a sostituire Calil con Mendicino. Auteri, invece, inserisce Diop per Albadoro. La prima occasione è per la Salernitana al 12’: punizione di Nalini, Bifulco blocca. Immediata la risposta del Matera con Diop, , ma l’attaccante viene fermato sul più bello. Risposta della Salernitana: azione Negro-Nalini-Mendicino, ma la punta manca l’impatto con la sfera.
Quando tutto sembra volgere verso lo 0-0, i biancazzurri gelano l’Arechi: Mazzarani crossa al centro per Diop, l’attaccante senegalese anticipa il difensore, Gori non ci arriva e la palla si insacca. Il blitz consente ai materani di issarsi a quota 53, a -2 da Casertana e Juve Stabia. Ora i play-off sono ad un passo, e il sogno deve continuare.
Prima del fischio d’inizio è stato osservato un minuto di silenzio per ricordare Zaccaria Zazzarone, giornalista salernitano deceduto in settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *