Il Prefetto di Potenza ‘convoca’ le 12 famiglie di Maratea sfrattate dal rione Giardelli

“Mentre il Sindaco di Maratea, avv. Daniele Stoppelli, non trova il tempo e la volontà per ricevere 12 famiglie, sfrattate, in grande difficoltà della sua cittadina e la regione Basilicata assiste in silenzio al dramma, S.E. il Prefetto di Potenza Annunziato Vardè ha convocato per martedì 7 luglio alle ore 17,00 le 12 famiglie ed il Circolo PD di Maratea per dare il suo contributo alla ricerca della soluzione al problema”. Lo dichiara, dopo aver ricevuto la convocazione del Prefetto, il Segretario Reggente del Circolo PD di Maratea, Vito Tedesco.

“Già da alcuni mesi, S.E. il Prefetto aveva sollecitato il Sindaco a risolvere il problema. Di fronte all’emergenza dell’esaurimento dei fondi, da parte dell’Ater di Potenza, per il rimborso dei fitti agli sfrattati, alla nostra richiesta dell’ 8 giugno di indire una riunione tra tutti i soggetti interessati alla vicenda, alla successiva lettera del 29 giugno, indirizzata anche alla Ministra degli Interni Luciana Lamorgese, alla manifestazione pubblica indetta per il 10 luglio ed ai continui rinvii del Sindaco Stoppelli, il Prefetto ha deciso di prendere direttamente l’iniziativa con la convocazione a Potenza per il 7 luglio p.v..

Ringraziamo S. E. Il Prefetto per il suo impegno, la sua sensibilità e la disponibilità dimostrata che mette ancora di più in luce il mancato ruolo, sulla vicenda, del sindaco di Maratea e della sua Amministrazione che, nei confronti di un dramma vissuto da 12 famiglie indigenti appartenenti alla collettività alla quale hanno chiesto il voto 14 mesi fa, preferiscono voltarsi dall’altra parte, non vedere le difficoltà vissute da una parte dei propri concittadini venendo meno all’impegno assunto al momento del voto.

Noi continueremo a lottare per veder riconosciuto il diritto alla casa alle 12 famiglie sfrattate.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *