La Corte dei Conti promuove la sanità in Basilicata

Buone notizie per la sanità lucana. Dalla recente relazione della Sezione delle Autonomie della Corte dei Conti sui bilanci regionali, infatti, emerge una “chiave di lettura originale” della spesa sanitaria regionale, misurata attraverso i Livelli essenziali di assistenza (LEA), che utilizzano un punteggio sintetico da 0 a 100, con una sufficienza fissata a 60. 
L’assessore regionale alla Sanità, Francesco Fanelli, ha sottolineato che la Basilicata supera la soglia minima su tutti i parametri misurati; per l’area della prevenzione, la spesa pro capite è di 100 euro con un punteggio LEA del 2021 pari a 79,63. Per quanto riguarda l’assistenza distrettuale, che va dai medici di base alle cure domiciliari, la spesa pro capite è di 1.432 euro con un punteggio LEA del 2021 di 64,22. Infine, nell’ambito ospedaliero, la spesa pro capite è di 914 euro con un punteggio LEA del 2021 di 63,69.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *