L’Italia by Renzini

Tra i protagonisti dell’ultima edizione di TuttoFood, che si è appena conclusa a Rho-Pero, c’era lui, anche se in una veste inconsueta e con un soprannome particolare, ispirati al 150° anniversario dell’Unità d’Italia: il pregiato prosciutto crudo di Norcia Igp, riserva “24 mesi”, della Renzini, invece che con il tradizionale manto di pepe rosa, si è mostrato agli spettatori di Fiera Milano addobbato con il tricolore, fatto di grani verdi, bianchi e rossi, e contraddistinto dall’appellativo “il Garibaldino”, in onore dell’eroe dei due mondi. Sul suo rosso piedistallo, al centro del nuovo e grandioso stand dell’Azienda umbra, era impressa una dicitura che, in poche parole, racchiudeva, tutta la “sostanza” della specialità di punta di Dante Renzini: “Garibaldi ha unito l’Italia… lui il palato degli italiani”. E per suggellare ancora di più questa sua impresa, il saporito prosciutto a breve arriverà a deliziare i più “nobili” e importanti commensali del Bel Paese…

Nel frattempo, domenica 29 maggio, presso la Cantina-Museo Albea di Mastro Dante, ad Alberobello (BA), gli eno-appassionati avranno l’occasione di assaporare,  abbinato all’altrettanto prezioso e omonimo vino della Casa, il Nero di Troia, che ha spopolato anche a TuttoFood. La giornata di Cantine Aperte, nella struttura di Renzini, si svolgerà secondo un programma “inebriante”: oltre che degustare salumi e vini, dalle ore 9 alle 18, i partecipanti incontreranno, dalle ore 12 alle 13, Angela Bianchi Saponari, autrice del libro “Puglia. Passeggiate nei film”, edito da Progedit. Inoltre, durante la giornata, gli ospiti potranno visitare la nuova sezione dell’annesso Museo del Vino dedicata all’Anniversario dell’Italia. Nella sala, che comprende uno spazio finale esplicativo, sono esposti rogiti d’acquisto di terreni e mappe dell’epoca del Regno delle Due Sicilie, siglati con la firma del Principe, grazie ai quali è possibile ricostruire come fosse strutturato il territorio in passato.

Ma Dante Renzini ha un motivo di più per spalancare le porte della sua cantina al pubblico e festeggiare, come lui stesso confida: “Il 12 ottobre verrà presentata la cartolina con annullo filatelico che riguarda Alberobello e la Cantina-Museo Albea e che è stata concessa dal Ministero competente per celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia e il trentennale della Fondazione del gruppo Culturale Filatelico “Cosimo De Russis” di Monopoli, curatore della pubblicazione. Infatti la cartolina propone anche il nostro Museo del Vino insieme ai trulli di Alberobello, dichiarato nel 1996 Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, ente dell’ONU a cui spetta scegliere monumenti e opere di valenza culturale mondiale ed elencarli nella World Heritage List». In particolare, sul prestigioso cartoncino si legge: “Il Museo del vino di Alberobello è situato all’interno della Cantina Albea; la storica dimora è stata costruita nei primi anni del ‘900 grazie a Luigi Lippolis; tutta la struttura è in pietra ed è caratterizzata da volte a stella. Oggi, grazie al Cav. Dante Renzini, la cantina, adeguatamente restaurata, ospita, nel piano superiore della struttura, il Museo del Vino che raccoglie sia antichi strumenti agricoli, sia una ricca documentazione fotografica che porta il visitatore a rivivere il momento della vinificazione dal passato fino ai giorni nostri”. Quella dell’annullo filatelico non è l’unica anticipazione che concerne l’alta enogastronomia ad opera di Mastro Dante. A giugno, salumi e vini del marchio sono attesi per il banchetto dell’inaugurazione ufficiale del Parco dei Templari, ad Altamura di Bari, suggestivo complesso strappato alla criminalità organizzata e ora affidato dal Governo alla gestione del superchef Gianfranco Vissani. Tra le mura storiche e il verde dell’ex insediamento fortificato, salumi e vini di Renzini daranno vita anche all’originale appuntamento mensile dell’estate “Diamoci del… lui”, ideato e brevettato dalla fervida mente del cavalier Dante.

Sempre gli stessi prodotti saranno i primattori di una delle serate, quella del 28 luglio, della rassegna “Indovina chi cucina stasera… ad Alberobello”, I Festival dei gemellaggi gastronomici tra la Puglia e le altre regioni, nell’ambito dell’Unità d’Italia (anche a tavola…), organizzato dal ristorante del paese “Miseria e Nobiltà” e sostenuto dal Comune e da Dante Renzini. Per la preparazione della cena umbra in piazza, tra i trulli e a lume di candela, il norcino doc coinvolgerà due chef collegati al suo ristorante “La Taverna di Mastro Dante”, a Coldipozzo di Perugia. I particolari in cronaca di questi due imminenti eventi sono rimandati alla prossima puntata…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *