Mazzocco su attività Centro marino educazione ambientale

“La costa ed il mare rappresentano una risorsa naturale di grande valenza ambientale per la presenza di ecosistemi di pregio. Una risorsa oggi sottoposta ad una crescente pressione antropica che rischia di comprometterne le peculiarità. Ecco perché diventa sempre più importante svolgere un’incisiva azione di sensibilizzazione per la protezione dell’ambiente marino. In tal senso, sono sicuramente significative le iniziative promosse dal Ceas Società Nazionale di Salvamento volte alla sensibilizzazione della sicurezza balneare e alla prevenzione e al soccorso degli incidenti in mare”. E’ quanto ha dichiarato Vilma Mazzocco, assessore all’Ambiente, Territorio e Politiche della Sostenibilità della Regione Basilicata, in occasione della presentazione, a Matera, delle attività del Centro Marino di Educazione Ambientale della Società Nazionale di Salvamento.

“L’educazione ambientale – ha proseguito Mazzocco – supera i confini di un’analisi puramente naturalistica e protezionistica e si evolve verso una dimensione di educazione alla sostenibilità, intesa in senso ampio, come istruzione, formazione, informazione e sensibilizzazione. Un’azione sinergica che richiede la necessità di attivare partenariati a tutti i livelli e chiama alla collaborazione tutti i soggetti interessati, istituzionali e non, sottolineando in particolare il ruolo delle rappresentanze della società civile, dei media e delle istituzioni deputate alla ricerca. I centri di educazione ambientale per la sostenibilità rappresentano un importante punto di riferimento, supportando, stimolando e facilitando il processo partecipativo ed educativo per favorire l’apprendimento dei temi che muovono lo sviluppo sostenibile. Un sistema per l’educazione alla sostenibilità deve essere pensato, dunque, come un laboratorio di innovazione e sperimentazione di produzione culturale, di elaborazioni progettuali integrate e come un luogo per attività educative che favorisca il passaggio dalla conoscenza dei fenomeni alla valutazione dei problemi e alla definizione di strategie di intervento orientate ad uno sviluppo durevole. In questa direzione, la definizione di Epos rappresenta un valore aggiunto per tutto il territorio regionale: da un lato la scelta strategica di rafforzare e promuovere il tema dell’educazione alla sostenibilità in modo trasversale, dall’altro l’idea di dare nuova linfa alla Rete di Educazione alla Sostenibilità della Basilicata che consenta di amplificare le potenzialità del territorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *