Mozione dei consiglieri comunali di Matera sulla questione canile

                                                                                                                                             Presidenza del Consiglio

                                                                                                                                             Brunella Massenzio

                                                                                                                                             Comune di Matera

 

Mozione di indirizzo

PREMESSO CHE

la legge n. 281/1991 “legge quadro in materia di animali di affezione e prevenzione del randagismo” prevede per i Comuni singoli o associati di rendere disponibili idonee strutture alle quali è demandata la funzione di canile sanitario, per il controllo medico-veterinario dei cani vaganti;

Il Comune di Matera ha affrontato in modo positivo il problema del randagismo eliminando di fatto il fenomeno e custodendo gli animale in due strutture : una municipale e l’altra privata. La gestione è affidata alla Argo Srl, l’affidamento attribuito con bando pubblico è scaduto già dal 2009 ed il servizio è quindi in proroga.

Al momento nelle strutture sono custoditi circa 1100 cani con un costo di circa 800.000 euro anno.

Considerato che

l’impegno fin qui profuso, per combattere il randagismo, non può essere considerato più sufficiente se non accompagnato da : politiche attive per l’adozione; iniziative e progetti che favoriscano il benessere animale; proposte per il controllo del territorio.

E’ indispensabile promuovere attivamente le politiche di adozione anche contribuendo a sostenere le iniziative promosse dalle associazioni che operano nella nostra città.

Così come è necessario creare le condizioni migliori affinché il rapporto con l’animale possa favorire una civile convivenza con l’intera comunità.

Bisogna costantemente sensibilizzare i proprietari di animali a raccogliere le deiezioni e a fare in modo che venga favorita la socializzazione e l’addestramento degli animali.

Il compito dell’amministrazione è quello di realizzare , mantenere e custodire aree specifiche per lo “sguinzagliamento”.

Va effettuato costantemente il monitoraggio costante del territorio extra urbano affinché siano controllati anche tutti i cani che sono ospitati nelle campagne.

Tenuto conto che                

Il Comune riconosce la funzione sociale dell’adozione , da parte di cittadini, di cani randagi o ospitati nel canile municipale del Comune di Matera, allo scopo di garantirne il benessere, di evitare il sovraffollamento della struttura e ridurre la voce di spesa in bilancio.

Il Consiglio Comunale Impegna il Sindaco e la Giunta a:

agevolare ed incentivare l’adozione dei cani presenti nel canile, concedendo un contributo a titolo di rimborso spese necessarie per garantire la salute ed il benessere dell’animale (veterinaria, farmaceutica, igienico-sanitaria, psico-fisica) pari a euro 300/anno.

Il contributo sarà erogato a fronte di certificazione attestante la condizione in vita e di buona salute dell’animale. La certificazione dovrà essere emessa dal servizio veterinario pubblico o dai veterinari convenzionati.

Adottare, con il prossimo bando di affidamento, politiche attive per promuovere l’adozione dei cani ospitati nel canile partendo dall’obbligo , da parte del gestore, di predisporre un sito con le foto e le caratteristiche dell’animale ospitato e disponibile per l’adozione.

Impegnare annualmente in bilancio un capitolo specifico con risorse finanziarie dedicate al sostegno delle associazioni che vorranno predisporre iniziative per promuovere l’adozione e migliorare il rapporto con l’animale.

I Consiglieri Comunali

Angelo Cotugno PD

Angelo Lapolla PD

Carmine Alba PD

Raffaele Cotugno Sel

Michele Paterino GM

Augusto Toto

Carlo Antezza

Pasquale Lionetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *