Nuova mission per la futura Arbea

Con il processo di riorganizzazione dell’Arbea si consentirà di accelerare i tempi di pagamento degli aiuti comunitari in agricoltura

Nuovo ruolo e mission per la futura Arbea che da semplice Organismo istruttore delegato da Agea ai pagamenti degli aiuti comunitari in agricoltura diventerà ente pagatore certificato dall’Unione Europea.

La Giunta regionale, infatti, su proposta dell’assessore all’Agricoltura, Michele Ottati, ha approvato il disegno di legge di “Riorganizzazione delle funzioni regionali in materia di erogazioni comunitarie in agricoltura”. Con il ddl prende avvio il complesso ed impegnativo processo di riforma della governance nel settore agricolo. L’obiettivo è quello di riconfigurare e riorganizzare il sistema regionale che presiede all’istruttoria delle domande di aiuto da parte delle aziende agricole lucane e alle conseguenti erogazioni.

Duplice il risultato che si vuole raggiungere: da una parte l’accorpamento delle funzioni amministrative, la semplificazione organizzativa degli operatori pubblici, una maggiore efficienza gestionale, oltre che una sia pure limitata riduzione dei costi e, dall’altra parte, la ricostruzione delle premesse e delle condizioni per poter disporre nuovamente di un organismo pagatore regionale (OPR), sia pure internalizzato nella struttura regionale. Il costituendo ufficio regionale dovrà essere strutturato ed adeguato secondo le prescrizioni che saranno emanate come atti delegati dalla Commissione dell’Ue ai sensi dell’art. 7 del Regolamento (CE) n. 1306/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio.

La riorganizzazione consentirà di accorciare i tempi di erogazione degli aiuti comunitari che attualmente prevede il passaggio della domanda del beneficiario in quattro enti: Regione, Arbea, Agea e istituto di credito. In questo modo, invece, si semplificherà il tutto con due enti: Regione ed Istituto di credito. Con il provvedimento di Giunta si stabilisce che l’Arbea cesserà la sua operatività il 31 luglio 2014 e le sue funzioni saranno assunte  dalla Regione e poste in capo ad un ufficio regionale appositamente istituito con caratteristiche di indipendenza dall’ufficio regionale avente funzione di Autorità di gestione del Feasr.

Il direttore dell’Arbea con decreto del presidente della Regione è nominato commissario dell’Agenzia con il compito di portare a termine alcune funzioni: il trasferimento delle funzioni di Arbea in capo al nuovo ufficio regionale, il trasferimento del personale in servizio nei tempi e secondo i criteri stabiliti dal Comitato Interdipartimentale di coordinamento Organizzativo (Cico), la gestione delle funzioni ad esaurimento e liquidazione dell’Agenzia  e delle sue pendenze attive e passive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *