Partenariato Basilicata-Veneto per le Asi, al via le attività

Aree di Sviluppo Industriale, enti di innovazione e ricerca, reti di Piccole e Medie Imprese di Basilicata e Veneto metteranno in comune competenze e capacità, scambieranno buone pratiche e progetteranno interventi pilota per lo sviluppo sostenibile e l’efficienza energetica. Lo prevede l’Accordo per l’innovazione tecnologica e gestionale delle Aree di Sviluppo Industriale tra la Regione Basilicata e la Regione del Veneto il cui progetto è stato presentato oggi a Potenza dal presidente della Regione Basilicata Vito De Filippo, dall’assessore al Bilancio e agli Enti locali

della Regione del Veneto Roberto Ciambetti e dal presidente di Veneto Innovazione Raffaele Zanon. Il progetto, che sarà attuato nei prossimi diciotto mesi, è stato di recente approvato dalle Giunte delle due Regioni ed è stato sottoscritto dalle Autorità di Gestione del PO FESR di Basilicata e Veneto Patrizia Minardi e Carlo Terrabujo. L’attività si focalizzerà soprattutto verso i bisogni ed i vincoli dei gestori e delle imprese attivi nelle aree industriali, siano aziende, consorzi, agenzie o enti. Per la Basilicata si prenderanno in considerazione le zone industriali gestite dai Consorzi ASI (Consorzi per le Aree di Sviluppo Industriale), per il Veneto ci si concentrerà maggiormente sulle zone industriali di Verona e Padova. Tra gli obiettivi specifici del Progetto: la creazione di reti interregionali dei soggetti promotori d’innovazione nelle Asi; la condivisione di una metodologia per il trasferimento di buone pratiche nel campo dell’innovazione industriale; l’avvio di esperienze congiunte per lo sviluppo sostenibile delle risorse energetiche. Le risorse impegnate per l’attuazione del Progetto sono pari a 300 mila euro per la Regione Basilicata e a 350 mila euro per la Regione del Veneto.

“Il programma operativo Po Fesr ha garantito, nell’attuale programmazione, l’approccio trans regionale e transnazionale al fine di aprire il territorio lucano alla sperimentazione di policies pubbliche industriali ed energetiche nelle quali la relazione e lo scambio tra regioni europee innesca meccanismi virtuosi di investimento e di crescita delle aree industriali e delle piccole e medie imprese”. Lo ha detto l’autorità di Gestione del Po Fesr 2007/2013 di Basilicata Patrizia Minardi intervenendo alla presentazione del Progetto di cooperazione interregionale tra Basilicata e Veneto. “Un approccio – ha proseguito – che è in linea con gli obiettivi di ‘Regions for Economic Change’ e che rappresenterà una ‘strada-pilota’ per il nuovo ciclo di programmazione comunitaria che esplicita un metodo di relazione tra territori, integrato tra politiche di investimento, di crescita e di lavoro” .

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *