Presentazione TEDx a Bari

“TEDx è veramente un brand importante per la Puglia e noi siamo orgogliosi di ospitarlo e di poter generare interesse intorno alla conoscenza e alla applicazione della conoscenza”. Così l’assessore all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia Loredana Capone intervenendo questa mattina alla conferenza stampa di presentazione della seconda edizione di TEDx Bari, il programma di eventi locali organizzati in modo indipendente e lanciato da TED, la conferenza internazionale sulle “idee da diffondere” nata nel 1984 in California. TEDx Bari si svolgerà sabato 26 novembre al teatro Petruzzelli con dodici interventi in programma di altrettanti relatori e un unico, affascinate, tema, il deserto (inizio alle ore 18.00). Tra gli ospiti l’astronauta Luca Parmitano, il chitarrista Bombino e l’attivista Jaha Dukureh.
“La Regione Puglia – ha continuato la Capone – ha voluto investire su questo splendido format che oggi si tiene a Bari ma che si è appena concluso a Lecce. L’obiettivo è rendere una Puglia sempre più dinamica, da vivere tutto l’anno approfittando anche delle ‘business convention’, com’è appunto TEDx. Per noi è una sfida, stiamo muovendo i primi passi in questo ambito, ma siamo fiduciosi. Per l’assessore Capone “TEDx è un evento davvero importante perché innesca un meccanismo sfidante, capace di coinvolgere in modo innovativo i giovani nel dibattito nazionale e internazionale. Di questo la Puglia ha bisogno. Ha bisogno di stimolare al confronto, incuriosire le nuove generazioni, seminare informazione, conoscenza, restituire alle proprie comunità e ai turisti un contesto dinamico”.
Alla conferenza stampa ha partecipato anche il direttore del Dipartimento Turismo, Economia della Cultura della Regione Puglia Aldo Patruno che ha invitato gli organizzatori di TEDx a lavorare su un piano triennale della iniziativa.
“Ci piace lavorare in una prospettiva di più lungo respiro – ha detto Patruno – e per questo invito gli organizzatori, anche per il tipo di format profondamente coerente con quello che stiamo proponendo agli operatori e all’idea nuova di cultura che vogliamo portare avanti, di prepararsi entro la fine dell’anno a mettere in campo un progetto triennale di questa iniziativa, a sviluppare processi di integrazione con il territorio. Questa è la grande sfida che abbiamo di fronte. Il supporto regionale ci sarà a condizione che gli eventi di cultura diventino attrattori veri del territorio, contribuendo così al raggiungimento dei tre obiettivi del Piano strategico, e cioè la qualità dell’offerta culturale, la destagionalizzazione e l’internazionalizzazione. TEDx da questo punto di vista è perfettamente coerente”.
Presenti in conferenza stampa Davide Giardino, presidente Associazione TEDx Bari (Il nostro sforzo è stato quello di dare grandissimo peso ai contenuti degli interventi. E anche per questo abbiamo scelto un tema complicato come il deserto. Siamo un gruppo di 22 persone a cui si sono aggiunti 31 volontari. Alcuni di noi vivono fuori, e questo ci ci ha dato l’opportunità di fare qualcosa per la nostra città e di poter costruire un gruppo che lavora per il territorio”), Nicola Curzio, direttore artistico di TEDx (“il deserto per noi non è un semplice luogo, ma un’immagine molto forte, radicata, e soprattutto è stata la nostra scommessa e idea, perché l’obiettivo di TED è proprio quello di «diffondere idee di valore») e Leigh-Ann Bedal, archeologa (“il motivo principale che mi ha spinto ad accettare è stato l’entusiasmo degli organizzatori.. Il deserto è al centro della mia ricerca. Per esempio nel mio lavoro negli scavi dell’antica città di Petra, in Giordania, nel deserto, abbiamo potuto dimostrare la capacità della sopravvivenza dell’uomo in un luogo arido, grazie alla costruzione di un sistema che portasse acqua a tutta la popolazione. Ma abbiamo anche scoperto che costruirono un sistema per sprecare l’acqua: lo facevano per un motivo di propaganda e per dimostrare al mondo la loro abilità”).


Qui di seguito il programma di TEDEx Bari
È «Deserto» il tema di TEDxBari 2016, la conferenza-spettacolo sulle «idee da diffondere» in programma sabato 26 novembre al teatro Petruzzelli, con inizio alle 18 (apertura porte ore 17.30). Dodici gli interventi previsti sul palco del politeama barese, per un totale di 13 relatori, di cui 4 internazionali. Gli ospiti racconteranno le loro storie, idee e progetti in massimo 18 minuti, come da regolamento TED. I TEDx sono conferenze organizzate in tutto il mondo in via indipendente sul modello di TED, un evento nato nel 1984 in California e che ha ospitato negli anni scienziati, imprenditori, attivisti, politici e artisti di rilievo internazionale. La prima edizione di TEDxBari si è tenuta lo scorso anno al teatro Margherita sul tema «Resilienza».
Sul palco del TEDxBari 2016 saliranno: Andreco, artista visivo e ingegnere ambientale italiano; Leigh-Ann Bedal, direttrice del gruppo di scavi archeologici a Petra, in Giordania, che ha scoperto uno straordinario giardino irrigato artificialmente risalente a 2000 anni fa; Bombino, compositore e chitarrista desert rock del Niger, definito il «Jimi Hendrix del deserto» (sarà accompagnato nella sua performance da Riccardo Onori, chitarrista che fa parte dal 2001 del team di Jovanotti); Rosalba Bonaccorsi, ricercatrice per il Seti (il programma per la ricerca di attività extraterrestri) e per la Nasa, impegnata in attività di simulazione della vita robotica su Marte nei deserti della Terra; Francesca Borri, giornalista freelance barese di base a Baghdad e che segue dal 2012 la guerra in Siria; Martina Caironi, campionessa paralimpica, oro nei 100 metri e argento nel salto in lungo alle ultime Paralimpiadi di Rio, dove è stata anche portabandiera dell’Italia; Davide Bortot e Francesca Truzzi, ideatori del progetto Cinéma du Désert, un camion che porta la magia del cinema nei luoghi più isolati del mondo; Jaha Dukureh, attivista gambiana contro la mutilazione genitale femminile, inserita dal magazine Time nella lista delle 100 persone più influenti del 2016; Ugo Mattei, giurista, docente all’Università della California e all’Università di Torino; Matt Nava, direttore creativo e cofondatore della società di videogiochi Giant Squid Studios, con sede in California; Luca Parmitano, astronauta Esa, protagonista di «Volare», la prima missione di lunga durata dell’Asi; Guido Segni, videoartista e attivista della rete, autore di «A Quiet Desert Failure», una performance algoritmica sul deserto che impiegherà 50 anni per arrivare a completamento. Gli interventi di Leigh-Ann Bedal, Jaha Dukureh e Matt Nava saranno in inglese.
TEDx è il nome del programma di eventi locali organizzati in modo indipendente e lanciato da TED, la conferenza internazionale sulle «idee da diffondere» nata nel 1984 in California e che negli anni ha ospitato gli interventi di imprenditori, artisti, politici, scienziati e attivisti da Bill Gates a Isabel Allende, da Stephen Hawking a Richard Branson.
La manifestazione barese è organizzata dall’Associazione per TEDxBari, formata nel 2015 da un gruppo di professionisti e studenti che vivono tra Bari e altre città nel resto d’Italia e del mondo. Il presidente è Davide Giardino, 27 anni, che attualmente lavora a Parigi. Il direttore artistico è Nicola Curzio, 27 anni, che lavora per l’Istituto italiano di cultura a Londra.

TEDXBARI 2015
La prima edizione di TEDxBari si è tenuta il 3 ottobre 2015 al teatro Margherita davanti a un pubblico di 100 spettatori (il regolamento TED impone un limite di spettatori per la prima edizione) più oltre 15mila contatti durante la diretta streaming gratuita. Al Margherita si alternarono 17 ospiti, tra relatori e artisti, che spiegarono il concetto di «resilienza» (questo il tema scelto) sotto diversi aspetti, dalla fisica alla diplomazia alla letteratura. Tra gli speaker ci furono lo scrittore Nicola Lagioia, la giornalista e scrittrice Farian Sabahi, l’astrofisica Ersilia Vaudo.

COS’È TED
TED (acronimo di Technology, Entertainment and Design), promosso dall’organizzazione no-profit Sapling Foundation,
è il nome di un ciclo di conferenze che hanno come obiettivo quello di diffondere idee «che meritano di essere diffuso» – «ideas worth spreading». Le sedi principali sono a New York e Vancouver. Nata nel 1984 come una conferenza di quattro giorni in California, TED è cresciuta nella sua «mission» attraverso molteplici iniziative. Nelle conferenze TED i maggiori protagonisti del «pensare» e del «fare» a livello internazionale sono invitati a raccontare le loro idee in un tempo stabilito della durata massima di 18 minuti. Gli interventi sono successivamente messi a disposizione, gratuitamente, sul sito ted.com. Nel corso degli anni si sono svolti eventi TED in ogni parte del mondo. Tra i relatori ci sono stati Bill Gates, Richard Branson, Stephen Hawking, Isabel Allende e molti altri intellettuali, artisti, scienziati, imprenditori e opinion leader internazionali.
TED ha lanciato inoltre un programma di eventi locali, chiamato TEDx, che si propone di far rivivere un’esperienza simile a quella del TED, unendo persone e idee sotto l’auspicio di diffondere idee di valore all’interno della comunità locale. Eventi TEDx, che sono organizzati in via indipendente, si sono svolti in oltre 130 paesi e 1200 città.
In Puglia sono stati organizzati TEDx a Corato (2012), Lizzano (2012) e Lecce, dove si tiene ogni anno dal 2012.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *