Progetto Italcementi, audizioni in quarta Commissione

L’istanza autorizzativa dell’Italcementi sull’utilizzo di combustibile css nella cementeria di Matera richiederà, oltre all’aggiornamento dell’autorizzazione integrata ambientale (Aia, riferita all’area dell’impianto) anche l’attivazione della più complessa valutazione di impatto ambientale (Via, che impone prescrizioni ambientali riferite anche al territorio circostante). Lo si è appreso nel corso delle audizioni svolte oggi in quarta Commissione su richiesta del consigliere Perrino (M5s).
Emilia Piemontese e Filomena Pesce, rispettivamente dirigente e funzionaria dell’Ufficio compatibilità ambientale della Regione, hanno riassunto i termini dell’istanza presentata dall’Italcementi ed attualmente oggetto di istruttoria: l’azienda ha chiesto di incrementare nell’impianto di Trasanello l’attività di recupero di rifiuti non pericolosi, aumentando da 12 mila a 60 mila tonnellate annue l’uso del combustibile css e riducendo contestualmente l’utilizzo di pet coke (combustibile derivato dagli scarti degli idrocarburi).
L’Ufficio Compatibilità ambientale della Regione, nelle conferenze di servizi che si sono svolte recentemente, ha proposto di imporre i limiti di emissione fissati nel 2013 dall’Unione europea con le cosiddette Bat (best available technology / best available practice) riferite all’utilizzo delle migliori tecnologie disponibili, e di predisporre contestualmente un piano di monitoraggio e di controllo delle diossine in continuo (come è stato previsto per il Cova di Viggiano e per la Siderpotenza) e il controllo della qualità dell’aria con un impianto mobile e attraverso le centraline già istallate nell’ambito di un Protocollo fra Comune di Matera, Arpab e Regione.
Nel corso delle audizioni Piemontese e Pesce hanno inoltre risposto ad alcuni quesiti dei consiglieri Rosa, Perrino, Galante, Romaniello, Spada e Leggieri. Alla riunione della Commissione, oltre al presidente Bradascio (Pp), hanno partecipato i consiglieri Miranda Castelgrande, Polese e Spada (Pd), Galante (Ri), Pietrantuono (Psi), Benedetto (Cd), Romaniello e Pace (Gm), Perrino e Leggieri (M5s), Rosa (Lb-Fdi) e Napoli (Pdl-Fi).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *