Ultima tappa di Spiritualia a Lastra a Signa

Si terrà il 6 Dicembre a Lastra a Signa la chiusura della quinta edizione di Spiritualia, gli eventi dell’anima. L’iniziativa, organizzata da Prometa servizi e il comune di San Fele (provincia di Potenza), ideata in occasione del 150esimo anniversario della morte di San Giustino de Jacobis, santo nato a San Fele, è un contenitore culturale che sta girando l’Italia, e l’Europa, per promuovere la Basilicata turistica attraverso spettacoli, performance e dialoghi.
“Questa edizione di Spiritualia è diventata itinerante – ha detto Donato Sperduto, sindaco di San Fele – con un duplice obiettivo: far scoprire la Basilicata a chi ancora non la conosce e far sentire a casa, per poche ore, i tanti lucani che vivono e lavorano lontano dalla propria terra”. Ogni anni viene scelto un tema intorno al quale ragione, per l’edizione 2014 è la Fantasia.
Dopo la tappa svizzera che si è tenuta il 29 Novembre a Winterthur, nel Canton Zurigo, presso l’hotel Toss, Spiritualia arriva in Toscana, a Lasta a Signa, in provincia di Firenze, presso lo Spedale di Sant’Antonio. Qui il 6 Dicembre, dopo i saluti istituzionali, alle 19:00 inizieranno i “Dialoghi contemporanei” con Francesca Barra, giornalista, scrittrice, conduttrice televisiva e radiofonica, e Roberto Procaccini, giornalista professionista che collabora con Libero e ha pubblicato con il Foglio, che discuteranno su “La forza della fantasia: il senso della vita quando la tua casa è la strada”. A seguire, alle 20:30, cibo e musica dalla Basilicata: si mangerà lucano con un buffet di prodotti tipici ascoltando i Concerti dell’anima con Felice del Gaudio Duet.
“La fantasia anticamente era ritenuta un’attitudine di pochi, dei geni o talentuosi, come artisti, poeti, musicisti, scrittori. Oggi è considerata una facoltà della mente che tutti possediamo e appartiene ad una “famiglia di concetti” a cui essa, per differenza, è strettamente legata: creatività, immaginazione, invenzione. Non bisogna intendere la fantasia quale astrazione ma la possiamo anche collegare agli aspetti quotidiani della realtà”.
Come è possibile coniugare fantasia, realtà e obiettivi? I dialoghi, le discussioni, il confronto, partiranno da questa domanda per cercare di dare una risposta ancora tutta da immaginare.
Maggiori informazioni su www.spiritualia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *