Vigilanza Acquedotto Lucano, accordo fatto con La Torre per l’assunzione di 5 guardie giurate

Accordo raggiunto nel pomeriggio di ieri alla direzione territoriale del lavoro di Potenza per il passaggio all’istituto ‘La Torre’ di cinque guardie giurate impiegate in Acquedotto Lucano alle medesime condizioni economiche, normative e contrattuali, così come stabilito dal Ccnl siglato l’8 aprile 2013 dalle federazioni di categoria di Cgil Cisl Uil. Lo rende noto la segretaria generale della Fisascat Cisl Basilicata, Aurora Blanca. In dettaglio, i lavoratori saranno riassunti lunedì 6 marzo con contratto full time a tempo indeterminato senza periodo di prova con paga tabellare del IV livello, più uno scatto di anzianità, l’indennità di vacanza contrattuale e 30 euro lordi mensili come Fasiv, così come disciplinato dall’art. 29 del Ccnl.
“Siamo riusciti come Fisascat a scongiurare un pericoloso precedente di dumping contrattuale che avrebbe scompaginato tutto il sistema degli appalti regionali – ha spiegato Blanca al termine dell’incontro – con conseguenze negative per i lavoratori sia in termini salariali che di condizioni lavorative. In particolare abbiamo ribadito ribadito il rispetto della legge regionale n. 24 del 2010 sulla clausola sociale e del capitolato di appalto. Vigileremo affinché l’accordo sottoscritto oggi venga rispettato e applicato in ogni sua parte”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *