Con “La Grande Festa 2017”, a Massafra si punta alla valorizzazione del centro storico

Ripopolare il centro storico di Massafra. È questo l’obiettivo che il Comitato Feste Patrono San Michele Arcangelo, Santi Medici Cosma e Damiano si è posto in occasione de “La Grande Festa 2017”, in programma dal 26 settembre all’1 ottobre. L’idea ha trovato riscontro anche all’interno della locale Amministrazione comunale che, in questi giorni si è attivata, per valutare ogni opportunità finalizzata ad incrementare il passeggio tra le vie del borgo. Il “sogno” inseguito da anni è quello di riportare le bancarelle in piazza Garibaldi, via Vittorio Veneto e nei pressi del Duomo di San Lorenzo, così come accadeva fino agli anni novanta.
Così a Massafra sono cominciati i grandi preparativi in vista della chiusura del “Settembre massafrese”, che coincide con “La Grande Festa” ai Santi Medici Cosma e Damiano  e  San Michele Arcangelo, patrono della Città. Dopo i riscontri positivi dello scorso anno – in termini di partecipazione agli eventi religiosi e civili, nonché all’alto indice di gradimento mostrato dai cittadini e dai tanti forestieri – il Comitato Feste coordinato da Antonello Piccolo riparte da alcune certezze che hanno contraddistinto la festa del 2016, senza trascurare l’innovazione.
“La Grande Festa” di Massafra, ancora una volta, saprà racchiudere il condensato delle migliori esperienze legate alle feste patronali d’Italia. In attesa di definire alcune proposte culturali,  turistiche, sportive e di spettacolo, a supporto dei sentiti momenti di devozione verso i Santi, il Comitato ha già affidato alla storica ditta Faniuolo di Putignano (Ba), l’allestimento delle luminarie che, come da tradizione, comincerà nei primi giorni di settembre. La festa ai Santi Medici e San Michele Arcangelo, infatti, oltre che per lo straordinario aspetto religioso, deve la sua fama soprattutto alle pregevoli architetture di luce che ogni anno i maestri realizzano in occasione della festa. Quest’anno per “La Grande Festa” massafrese, la ditta Faniuolo, oltre a mettere in mostra  i progressi tecnologici, grazie a sofisticati software e ad apparecchiature appositamente studiate, presenterà straordinari effetti e giochi di luce accompagnati da una scenografia musicale. Impianti che raggiungeranno altezze e dimensioni quasi titaniche, arrivando a sfiorare anche i 36 metri di altezza e i 40 di larghezza. Lo spettacolo piromusicale, nella suggestiva cornice della Gravina San Marco, sarà curato dalla ditta Pirotecnica Gioiese Fireworks di Martino De Carlo, da Gioia del Colle. Una festa che, anche per il 2017, confidando sullo storico sostegno economico del Comune di Massafra, degli operatori commerciali e dei cittadini tutti, saprà racchiudere nei giorni centrali il mix vincente di Fede, Cultura, Solidarietà, Tradizione, Musica e Sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *