A Pisticci, apre lo sportello dei consumatori

Promessa mantenuta. Apre lo Sportello dei Consumatori sul quale già in campagna elettorale 2011 i Popolari Uniti avevano ribadito il ruolo che avrebbe rivestito per la tutela del cittadino/consumatore e centro di diffusione di informazioni soprattutto per i diritti acquisiti con la promulgazione nel 2005 del Codice del Consumo, che detta norme sulle attività sui contratti, prodotti e diritti, “L’acquisto consapevole di prodotti e servizi- osserva Vito Pelazza, capogruppo consiliare dei Popolari Uniti- ha a che fare con l’educazione dei consumatori-produttori-distributori-erogatori di servizi (anche pubblici), mentre la trasparenza della informazione che obbligatoriamente deve accompagnare i prodotti/servizi, se conformi alle disposizioni di legge, ha a che fare anche con la tutela del mercato e dei prodotti rispetto all’invasione di servizi provenienti dal mercato extxaeuropeeo. La tutela del consumatore è anche protezione del prodotto/servizio, del mercato e della salute soprattutto se si guarda alla eccessiva contraffazione di prodotti provenienti dai mercati asiatici. D’altronde l’informazione mediatica abbonda quotidianamente di denunce che riguardano la pericolosità di prodotti contenenti sostanze nocive, che vengono immessi, anche clandestinamente, nel mercato nazionale senza alcuna garanzia. Per questo la diffusione delle informazioni, anche attraverso sportelli comunali, può contribuire ad educare il cittadino alla corretta interpretazione delle informazioni e contribuire alla capacità di autotutelare la propria salute e i diritti”. Per Pelazza il Codice dei consumatori ha segnato una svolta soprattutto perché ha assunto come tesi di fondo tutte le fasi del rapporto di consumo, dalla pubblicità alla corretta informazione, dal contratto alla sicurezza dei prodotti, fino all’accesso alla giustizia. Con l’introduzione dell’art. 140-bis nel Codice la tutela del consumatore si è arricchita di un nuovo strumento: l’azione di classe (class action), tristemente nota in questo periodo per le vicende della Costa Crociere. Procedura, promossa dai legali delle associazioni dei consumatori, finalizzata al risarcimento del danno a favore dei consumatori danneggiati. “Ovviamente -continua Pelazza- il plafond delle iniziative che gli sportelli possono gestire è ampio, dalle controversie con i gestori telefonici e dell’energia, ai trasporti, mondo finanziario e sanitario, poste, enti pubblici. Attività che troveranno nuovo impulso anche grazie alla logica nazionale delle liberalizzazioni che attraversa trasversalmente anche i settori del consumi”. Pelazza ha poi aggiunto che si occuperà personalmente di seguire l’iniziativa soprattutto in termini di interazione fra esigenze dei consumatori e recepimento di istanze da parte del Consiglio Comunale e delle Commissioni Consiliari permanenti”. L’attivazione dello sportello a Pisticci è stato reso possibile grazie all’interessamento del Sindaco, della Amministrazione Provinciale di Matera, dell’Assessore Provinciale alla Formazione S. Auletta e di Maria Antonietta Tarsia, presidente di Cittadinanzattiva Basilicata. Anche l’ass. Antonio Capistrano ha evidenziato l’interesse dei Popolari Uniti sui temi della tutela dei diritti dei cittadini auspicando che lo sportello rappresenti per la città una conferma della disponibilità dell’Amministrazione Comunale a confrontarsi con le nuove sfide imposte dai consumi, e che la sinergia fra consumatori e associazioni di tutela possa essere un momento di crescita. L’Amministrazione Comunale metterà a disposizione di Cittadinanzattiva un ufficio cui rivolgersi per qualunque informazione. Cittadinanzattiva Basilicata di concerto con l’Amministrazione Comunale e Provinciale, provvederà a promuovere l’iniziativa attraverso vari incontri divulgativi Marconia.

Giuseppe Coniglio

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *