Con ‘Expo Tattoo’ parte l’attività fieristica di ‘Le Pagode eventi’

L’Expo Tattoo, la 1^ Fiera del Tattoo in Puglia organizzato da Le Pagode eventi, sabato 13 aprile (dalle 18.00 alle 24.00) e domenica 14 (dalle 10.30 alle 24.00), sarà il primo evento fieristico del 2013 (www.lepagodeventi.com/tattoo – e-mail: expotattoo@lepagodeventi.com) presso la struttura dell’Ente Nazionale Fiera dell’Ascensione. Si tratterà di una due-giorni settoriale dove esporranno: Studi tattoo, Studi piercing, Artisti body paint, Artisti tatuatori, Artisti aerografo, Mostre d’arte fotografia e aerografo, Rivenditori e produttori piercing, Rivenditori e produttori sterilizzatrici, Abbigliamento tattoo, Accessori di moda tattoo, Rivenditori e produttori bikers, Accessori bikers, Produttori e rivenditori di birra, Produttori e rivenditori di bevande energetiche.

“Sarà un evento molto particolare, il primo nel Sud dell’Italia” dichiara Morena Guarneri, General manager della Società Le Pagode eventi che, insieme con il suo staff tecnico sta pianificando con meticolosità la manifestazione che farà confluire, a Francavilla Fontana, migliaia di appassionati. Per informazioni e prenotazioni degli spazi espositivi, è possibile rivolgersi all’Ufficio commerciale di Le Pagode eventi, presso il polo fieristico di Francavilla Fontana (Tel/Fax: 0831/841768 oppure e-mail: commerciale@lepagodeventi.com), ingresso da Piazza Matteotti, antistante la Stazione FF.S. Il tatuaggio (dal polinesiano tatau) è una tecnica di decorazione corporale dell’uomo, destinata a durare per molto tempo. Nuove tecniche consentono di realizzare anche tatuaggi temporanei. Questo mondo, a suo modo seducente, che attrae le nuove generazioni e non solo esse, per quanto riguarda il nostro Paese affonda le radici nella preistoria. Ne è testimonianza la mummia di Oetzi, i cui resti sono stati rinvenuti nel ghiacciaio del Similaun, il 1992. Le testimonianze sull’effettiva continuità della pratica del tatuaggio risultano sporadiche, non così però per quanto riguarda tanto la popolazione proto-celtica quanto gli antichi liguri (oltre il 2000 a.C.) che dettero il nome all’odierna Liguria e al mare che ne bagna le coste. Plinio e Svetonio, testimoniarono che gli schiavi venivano marchiati, a Roma, con le iniziali dei padroni, fino a quando l’Imperatore Costantino il Grande (nel 325 d.C.) convertitosi al cristianesimo proibì il tatuaggio sul viso, in particolare da parte dei cristiani, perché deturpava “ciò che era stato creato ad immagine di Dio”. Questo porta a pensare che ci fosse l’abitudine di marchiarsi per testimoniare la propria fede. Il tatuaggio venne definitivamente proibito da Papa Adriano I nel 787 durante il Concilio di Nicea ma, nonostante il divieto ufficiale, l’abitudine a segnare indelebilmente il corpo sopravvisse, spesso in clandestinità, soprattutto nelle classi meno abbienti, fra i soldati e persino in alcuni luoghi di culto cristiani come il Santuario di Loreto. Qui fino alla metà degli anni ’50, i frati marcatori incidevano piccoli segni devozionali sul corpo dei pellegrini. Era anche frequente la pratica del tatuaggio presso le famiglie aristocratiche, tra cui i Savoia e i D’Aosta.

Tra la fine degli anni ’60 e l’inizio anni ’70 la cultura del tatuaggio conobbe una progressiva diffusione, prima tra i giovani hippy e fra i motociclisti e poi conquistò lentamente ogni strato sociale e fascia d’età. Tra gli anni ’70 e gli ’80 si affacciarono sulla scena italiana i primi tatuatori professionisti, artisti pionieri della tattoo art, mentre la prima tattoo convention internazionale italiana si tenne a Roma, nel 1985 organizzata con il patrocinio del Comune capitolino. A quel raduno parteciparono i massimi esponenti del mondo del tatuaggio dell’epoca, come Kandi Everett, Horiyoshi III e Don Ed Hardy.

“Puntiamo molto sull’ottima riuscita di questa fiera, per offrire alla città e al territorio uno spettacolo molto particolare che, senza dubbio, incontrerà il gradimento di generazioni diverse, anche in virtù del ricchissimo programma stilato per la due-giorni.” aggiunge Morena Guarneri.

Nell’ambito dello Show Expo Tattoo, sabato 13 aprile, dalle ore 21.00 e fino alle 24.00 si esibiranno quattro band: Evilive, Bogong In Action, Nois Ture, Vera Cruz, Lova. Domenica 14 aprile, dalle ore 15.00 alle ore 24.00 è programmato un moto incontro con la presenza degli Indian Bikers MC (ingresso bikers motorizzati free) e dalle ore 18.00 alle ore 24.00 è previsto il Breaking IAM Circle Yourself Vol. 2 ZARAC, guest DJ Manzo. Nel corso delle due giornate sono in programma esibizioni delle Body Paint Girls – Animation Paint Girls, di Artisti di strada, Spettacoli di Aero Dance e di Pole Dance con Francesca Sasso, Spettacoli di burlesque con Manu e DJ set rotations: DJ Paolo Solferino – DJ Fabietto. Saranno inoltre presenti i ragazzi della Scuola di Grafica e Fumetto “Grafite” contenitore formativo di eccellenza, con sede a Taranto e a Bari (www.grafitefumetto.it), il più grande polo formativo in Puglia sul mondo dell’immagine progettata, disegnata, animata. Il biglietto di ingresso, per ognuna delle due giornate, sarà di 3 euro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *