Detenuto lucano si suicida nel carcere di Rossano Calabro

Si è tolto la vita nella sua cella Arturo Saraceno 36 anni, originario di Teana Il suicidio è avvenuto ieri nel carcere di Rossano Calabro, con l’uomo che ha atteso l’uscita del compagno di cella per togliersi la vita utilizzando la cintura del suo accappatoio, appeso alle sbarre della finestra del bagno.
Saraceno era in carcere per l’omicidio della ex fidanzata Debora Fuso, 25 anni, avvenuto il 17 maggio 2016 a Magnano, nel Milanese, al culmine di una lit.
L’uomo doveva scontare la sua pena fino al 2030, e da pochi mesi era stato trasferito temporaneamente dalla Casa Circondariale di Busto Arsizio alla Casa di Reclusione di Rossano, affinché potesse effettuare i colloqui con la propria famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *