Jordan Richard e Josh Greene sono i due americani della Bawer Olimpia Matera

La Bawer Olimpia Matera comunica di aver concluso le trattative con i due americani che giocheranno nella formazione lucana il Campionato di Basket – Serie A2 Silver, a partire dal prossimo 5 ottobre. Si tratta di Jordan Richard e Josh Greene, entrambi provenienti dallo stato della California, negli Stati Uniti d’America.
Jordan Richard (pivot) ha 25 anni, è alto 206 centimetri e proviene da Rancho Cucamonga. Ha frequentato la Cal State University di Los Angeles (CSULA), giocando per la relativa squadra di basket nel campionato NCAA, in cui ha realizzato il maggior numero di stoppate in una stagione (124), con una media di 4,6 per incontro. Nella scorsa stagione ha giocato in Israele in seconda divisione, con l’Elitzur Ramla. Ha conseguito il primo posto nella classifica di lega per le stoppate, con una media di 3,7 per partita, conducendo la sua squadra a giocare i playoff per la prima volta in cinque anni.
“Ho deciso di venire a giocare a Matera perché ho sentito grandi cose sulla società sportiva, comprendendo che si tratta di una delle migliori formazioni in Silver: è arrivata a giocare i playoff in uno dei campionati più difficili.” – sono le parole di Richard. “Non vedo l’ora di arrivare nella vostra città, mi piace molto. Voglio incontrare i tifosi e le persone di Matera, il coach, i miei nuovi compagni, il presidente e tutta la società sportiva. Farò di tutto perché la nostra squadra raggiunga i playoff e vinca il campionato. Sono certo che sarà una grande stagione, m’impegnerò al massimo per rispondere degnamente alle vostre attese.”
Josh Greene, playmaker, ha 22 anni, è alto 183 centimetri e e proviene da Los Angeles. Nelle ultime quattro stagioni ha giocato nel campionato NCAA con i CSUN Matadors della Cal State Northridge, in cui ha conseguito una laurea in Recreation Tourism Management. Nello scorso campionato ha giocato una media di 36 minuti per partita, con 16 punti, e medie di realizzazione ragguardevoli: oltre il 40% sui tiri da due, il 43% sui tiri da tre e il 91% sui tiri liberi. Ha 12 fratelli e sorelle, e non può vivere senza il basket e senza il suo iPod. Adora giocare a pallacanestro di fronte a un grande pubblico. “Ringrazio il cielo per aver avuto questa opportunità.” – ha dichiarato Greene – “Non vedo l’ora di giocare con il cuore rivolto al Signore, al coach, ai miei compagni e ai tifosi!”.
“Stiamo componendo una squadra forte e molto giovane. I due americani sono motivati si integrano perfettamente nei nostri programmi.” – dichiara il presidente della Bawer Olimpia Matera, Pasquale Lorusso – “Sono sicuro che anche nel prossimo campionato i nostri ragazzi, con l’aiuto di coach Di Lorenzo, dell’intera compagine societaria e, in particolare, dei nostri tifosi, sapranno farsi valere su tutti i parquet d’Italia, portando in alto i colori societari e il territorio tutto: infatti nel basket il nome di Matera è riconosciuto e apprezzato, e le nostre attività sportive partecipano costantemente, e in maniera significativa, alla promozione di questa straordinaria città”.
Richard e Greene raggiungeranno presto Matera, dove si uniranno al coach Giampaolo Di Lorenzo ed ai nuovi compagni che finora hanno firmato per la Bawer Olimpia: Baldasso, Bonessio, Caceres, Cucco e Fallucca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *