Ostuni, il sindaco commenta duramente l’abbandono ‘selvaggio’ nel centro dei sacchetti di rifiuti

“Non vogliamo che il centro storico e Piazza della Libertà siano assimilati alle spiagge di Gallipoli. E faremo di tutto affinché ciò non avvenga”. Una dichiarazione forte, quella del sindaco Gianfranco Coppola, nel corso di una conferenza stampa convocata per stigmatizzare l’abbandono selvaggio da parte di alcuni commercianti di sacchetti colmi di rifiuti al centro di Piazza della Libertà nella notte tra sabato e domenica scorsi. Coppola ha annunciato la volontà dell’Amministrazione di denunciare questo e altri episodi, se non fosse che il paragone con Gallipoli (una delle mete più belle e gettonate del Sud) per molti non è stato simpatico
“Presenteremo un esposto alla Procura della Repubblica per il danno ambientale d’immagine recato all’intera cittadinanza dai responsabili dell’inqualificabile gesto. – ha detto il sindaco della ‘Città bianca’ – Le regole ci sono e devono essere rispettate: dalla gestione dei rifiuti, al suolo pubblico concesso a disposizione, sino all’emissione di onde sonore. Entro e non oltre l’una di notte per il centro cittadino e le due per quelle lungo la costa, all’esterno dei locali non deve essere percepita musica. Il Regolamento comunale andrà rispettato alla lettera. Alla terza sanzione, subentrerà il ritiro della concessione e l’ingiunzione di chiusura dell’attività. Ostuni è una città civile e lo deve dimostrare, le regole ci sono e verranno fatte rispettare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *