Presentata la campagna di spot televisivi contro le truffe agli anziani

Si è tenuta stamattina una conferenza stampa per presentare la campagna di spot tv contro le truffe agli anziani “Sicuri a ogni età”. Il nuovo filmato si avvale dell’attore Lino Banfi nel personaggio di “Nonno Libero”quale volto televisivo popolare per arrivare al pubblico più vasto. Visto in anteprima alla conferenza stampa, andrà in onda domani per la prima volta alla trasmissione Rai “Uno Mattina”.
La scelta della Polizia di Stato di avviare a livello nazionale una campagna su questo tema indica, ha spiegato la Responsabile dell’Ufficio Stampa della Questura di Matera Vice Questore Aggiunto Luisa Fasano, che il fenomeno è diffuso e purtroppo in aumento. Anche a Matera si sono verificati in passato diversi episodi di truffa di cui sono state vittime persone anziane e per questo già tre anni fa la Questura di Matera, in collaborazione con Rai3 Basilicata, realizzò e mandò in onda alcuni spot televisivi a cui prese parte l’attore Lello Chiacchio.
L’obiettivo degli spot è di richiamare l’attenzione degli anziani sul pericolo che corrono e di diffidare delle persone sconosciute, ricordando che i truffatori sono molto abili e si presentano sempre in maniera distinta e credibile. Inoltre, il messaggio è quello di non esitare, in caso di sospetto o di dubbio, a chiamare il 113 e richiedere l’intervento della Polizia.
Spesso gli anziani vittime di truffa si credono ingenui e sentono in colpa per quanto gli è accaduto, evitando di parlarne persino con i propri familiari. Invece si tratta di situazioni in cui chiunque può incappare e a tutti può succedere di rimanere vittima di abili e scaltri truffatori. Meglio dunque non restare in silenzio e denunciare i raggiri subiti perché può servire a rintracciare ed acciuffare i responsabili e comunque a mettere in guardia altre potenziali vittime. A Matera dall’inizio dell’anno si registrano solo due denunce per truffa, ma le segnalazioni pervenute sono senz’altro di più.
I truffatori sono attirati inoltre dalle città specie nei momenti di maggiore afflusso di persone, potenziali vittime, come in occasione dei prossimi giorni di festeggiamenti per Matera in onore della Patrona Maria SS. della Bruna, che attirano tanti fedeli e visitatori anche da fuori regione.
La scelta del mezzo televisivo piuttosto che il vademecum distribuito allo sportello URP è perché la televisione resta il canale più efficace per inviare messaggi alla gente e soprattutto alle persone anziane, molte delle quali trascorrono molto tempo in casa con la tv accesa. Oltre allo spot nazionale presentato oggi, saranno mandati in onda nuovamente su Rai 3 Basilicata gli spot realizzati dalla Questura di Matera, che riproducono efficacemente le principali tipologie di truffa che sono perpetrate e da cui è bene stare in guardia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *