Facility e Ariete, domani alle 10 nuovo presidio al Comune e il 9 marzo possibile sciopero

Un nuovo presidio dei lavoratori Facility e Ariete, con le rispettive famiglie, domani, dalle 10, sotto la sede del Comune di Potenza che si tradurrà in una giornata di sciopero il 9 marzo in assenza di risposte immediate. Queste le novità emerse nel corso dell’assemblea sindacale che si è tenuta nel pomeriggio a Potenza. Nel corso dell’incontro, che ha sancito di fatto la saldatura delle due vertenze, Facility e Ariete, i rappresentanti di Filcams, Fisascat e Uiltucs hanno ribadito la netta contrarietà al piano dei tagli annunciato dall’amministrazione comunale in quanto “non tiene conto della dignità umana e della salvaguardia dei posti di lavoro. A circa 40 persone sono già arrivate le lettere di licenziamento e per gli altri si prospetta una sforbiciata alle ore lavorative del 40 per cento, che tradotto significa decuratare salari di appena 400 euro”. I sindacati rivendicano maggiore trasparenza sul capitolato dei lavori. “Al momento non sappiamo come vengono spese nel dettaglio le risorse e come il Comune intenda ripartire i tagli, se non per sommi capi. Per quanto ci riguarda la rimodulazione dei servizi non potrà in alcun modo mettere in discussione i posti di lavoro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *