Amministrative a Pisticci, in competizione un esercito di candidati

La carica dei candidati in vista delle votazioni di maggio prossimo: sono ben 246 gli aspiranti ad una poltrona nella municipalità di Pisticci, distribuiti in diciassette liste a sostegno dei nove candidati alla prima poltrona ma che potevano essere dieci dopo la clamorosa e dolorosa rinuncia dell’ultima ora di Antonio D’Angella. Un vero e proprio primato. Sono indubbiamente tanti e si corre il serio rischio della frantumazione del voto e della politica del condominio. I candidati sindaci di Napoli, per fare un raffronto significativo sono appena due di più. Pisticci ha manifestato nuovamente il suo volto di città votata alla politica ma da tempo immemorabile non è più presente né in Parlamento né alla Regione, diventata ormai serbatoio di voti per esterni che ne fanno incetta a piene mani. In questa tornata amministrativa che dovrà eleggere il 17° sindaco dell’era repubblicana la novità è costituita dalla candidatura di una rappresentante del gentil sesso, Rossana Florio, che sarebbe la prima “sindachessa” di Pisticci, mentre non è molto rilevante la presenza delle donne nel contesto generale, appena 43 candidate sparse nei vari raggruppamenti, ed in particolare nella lista Pd che annovera sette donne su sedici candidati. Non mancano i motivi di dibattito, di confronto e anche di polemica. Molti gli assenti illustri ma anche tante conferme, volti nuovi di giovani, candidati stranieri con cittadinanza italiana e altri che risiedono fuori sede ma il motivo scatenante del dibattito riguarda soprattutto i trasformismi ed i cambi di casacca dell’ultima ora. Spulciando tra le liste, tante le curiosità che suscitano l’interesse degli elettori. I candidati più giovani sono Vito Giuseppe Giordano dei Popolari Uniti, classe 1991, e Francesco Alex Giorgio (Rinnovamento Democratico), Davide Reho e Mario Petracca (Psi) e Tonia Anna Di Stefano (Pd) tutti della classe 1988. Tra i meno giovani l’ex sindaco Michele Leone e il candidato sindaco Rocco Grieco, ininterrottamente presente nelle liste da oltre quarant’anni, che rientra nello scudocrociato, suo primo partito di appartenenza, e già sindaco di Pisticci per dieci anni consecutivi, dal 1865 al 1975. Altro primato, difficilmente eguagliabile, è quello di Nicola Cataldo, sindaco per ben quattro legislature ed unico parlamentare della storia di Pisticci.

Giuseppe Coniglio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *