Il comune di Melfi da il via libera ad una serie di misure per attrarre nuovi insediamenti produttivi

Rigenerare il nucleo industriale di Melfi per renderlo più competitivo sullo scenario internazionale. Un primo segnale è partito dall’assise comunale dopo il via libera ad una importante misura di sostegno per attrarre nuovi insediamenti produttivi nell’Area di San Nicola, sede del polo automobilistico Stellantis e di un distretto agroalimentare con in testa Barilla. In arrivo c’è l’esenzione della Tassa Rifiuti e dell’addizionale IMU di competenza del Comune per i primi 5 anni. Inoltre, nel solco delle politiche verso la transizione ecologica, il comune federiciano finanzierà l’installazione di impianti fotovoltaici per la produzione di energia necessaria per le nuove iniziative industriali.
“Lancio un appello al Governatore Bardi e all’intero Consiglio Regionale affinchè si lavori contestualmente a tutti i provvedimenti che possano generare nuovi fattori di convenienza localizzativa tesi a favorire nuovi insediamenti con l’impiego di manodopera della nostra Regione. – ha detto il sindaco Livio Valvano –  Ai piccoli stimoli alla portata dell’Amministrazione Comunale di Melfi è necessario, dunque, aggiungere altre misure regionali come l’azzeramento del costo del lotto per i nuovi insediamenti, la riduzione dell’IRAP per le attività industriali, l’attivazione di misure finanziarie per supportare nuovi insediamenti industriali (con priorità per i progetti che promuovono il recupero dei disoccupati espulsi dal lavoro a seguito di processi di ristrutturazione come il recente caso della piattaforma ex Auchan e altri, oltre a quelli che possono verificarsi da oggi in poi) e attività di marketing localizzativo, a partire dal coinvolgimento di ENI e TOTAL per nuovi progetti industriali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *