La Provincia di Matera incontra la comandante del Compartimento Polizia stradale Basilicata

Il presidente della Provincia di Matera e il presidente del Consiglio Aldo Chietera, insieme al capo di gabinetto Damiano Porcari, hanno ricevuto la neo comandante del Compartimento Polizia Stradale della Basilicata accompagnata dalla comandante della Sezione Polizia Stradale di Matera Laura Bruno.

Un incontro all’insegna della cordialità nel corso del quale sono stati affrontati numerosi temi, dalla nuova esperienza nel territorio lucano, alle responsabilità in capo alla Polstrada. “Sono molto felice di essere in questa bellissima regione – ha dichiarato la comandante Rucci – a un passo dalla mia Puglia. La Basilicata mi ha riservato una splendida accoglienza e sono certa che questa nuova esperienza aggiungerà risultati significativi al mio percorso professionale e umano.”

Un confronto propositivo che non ha mancato di sottolineare come: “negli ultimi anni la Polizia stia contribuendo, in maniera importante, alla valorizzazione delle donne nei ruoli di comando. Ne abbiamo un esempio qui in regione, ma non solo. L’evoluzione dei costumi ha maturato cambiamenti importanti che il Corpo della Polizia ha fatto propri, consapevole del valore e delle competenze che la figura femminile è capace di esprimere in posizioni strategiche. ”

Grande rilievo è stato poi dato al tema della prevenzione delle condotte pericolose sulle strade: “questione centrale per la Polstrada che, al fine di contrastare idee e i comportamenti sbagliati, promuove progetti di comunicazione rivolti ai cittadini.”

“La sicurezza in generale – ha sottolineato il presidente Stella – è argomento fondamentale per la società. Noi come Provincia, che abbiamo la responsabilità di quasi 40 edifici scolastici, sentiamo tutto il peso di questo impegno. Una collaborazione fattiva in questa direzione, tra Amministrazione provinciale e Polizia stradale, così come è stato anche in passato, saprà sostenere le ragioni di un impegno comune che, anche se con obiettivi differenti, ha lo stesso fine: tutelare l’interesse dei cittadini.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *