Presentato ufficialmente il programma di ‘Naturalmente Lucano’

Si svolgerà dal 20 al 22 aprile presso la Fiera di Basilicata di Tito la dodicesima edizione di “Naturalmente lucano”, la vetrina enogastronomica della Basilicata che quest’anno propone un ricco calendario di incontri in cui operatori, tecnici ed esponenti politici si confronteranno sui temi dell’enogastronomia e del turismo. L’evento è promosso dal Dipartimento Agricoltura della Regione Basilicata, d’intesa con Basilicata Fiere ed ha ottenuto il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali e della Provincia di Potenza. “Naturalmente Lucano” si animerà inoltre anche grazie alla collaborazione di Apt, Alsia, Apa, Associazioni di categoria, Inail di Basilicata, Università degli Studi della Basilicata, Unione Regionale Cuochi Lucani, Associazione Lucania World e gli istituti Professionali di Potenza per l’Agricoltura e Ambiente (Fortunato), l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera (Di Pasca) e Professionale (Racioppi).

L’articolata composizione di attori e promotori di “Naturalmente Lucano” è stata snocciolata nel corso della conferenza stampa di presentazione della manifestazione alla quale hanno preso parte il presidente della Regione Basilicata, Vito De Filippo, l’assessore all’Agricoltura, Rosa Mastrosimone, e il presidente di Basilicata Fiere, Fernando Barbaro.

L’intento è quello di far conoscere ed apprezzare la filiera enogastronomica ed artistica lucana, espressione di aree ricche di storia e tradizione, ancora tutte da scoprire e visitare.

La manifestazione vuole essere punto di riferimento per l’intero comparto agroalimentare. Numerose sono le tipicità a marchio dop, doc e igp, della Basilicata. Tra queste le produzioni biologiche e i prodotti tipici: dai frutti di bosco, al miele, ai formaggi, ai salumi alle altre produzioni, che formano un paniere variegato e gustoso che può dare valore aggiunto alle nostre aziende.

Tutti i giorni in programma : lezioni di cucina tipica lucana, degustazioni, fattorie didattiche, laboratori di orientamento, degustazioni di birre artigianali, mostra sulla civiltà contadina. Ricco il programma d’incontri che toccherà i vari temi dell’agroalimentare.

“Questa edizione di Naturalmente Lucano si propone come vetrina d’esposizione del “Made in Lucania” e tende ad organizzare il mercato in modo nuovo, per dare più forza alla commercializzazione dei nostri prodotti legati al territorio”.

E’ quanto dichiara il presidente di Basilicata Fiere, Fernando Barbaro, in occasione della conferenza stampa di presentazione della manifestazione Naturalmente Lucano in programma nei prossimi giorni a Tito Scalo.

“L’obiettivo che ci è posti quest’anno – dichiara Barbaro – è quello di mettere insieme e rendere protagonisti i produttori, artigiani, imprenditori, associazioni di categoria ed istituzioni, in modo da accrescere collaborazione e confronto per dare un nuovo impulso al comparto enogastronomico lucano. Saranno infatti presenti circa cento aziende lucane, in rappresentanza di tutte le filiere dell’agroalimentare regionale. La rassegna di quest’anno – aggiunge Barbaro – sarà più ampia e completa, grazie alla presenza del settore dedicato a caccia, pesca e territorio. Un padiglione sarà infatti interamente rivolto a tutti gli operatori e agli appassionati amanti della natura e sport all’aria aperta. Particolarmente ricco sarà il programma degli eventi collaterali con seminari, workshop e dimostrazioni in tema di sport, natura, enogastronomia e attività venatorie. Durante la manifestazione – conclude Barbaro – si terranno degustazioni, lezioni teorico – pratiche di cucina tipica lucana, mostre, spettacoli e convegni”.

“Basilicata Fiere dimostra determinazione nel saper garantire longevità a Naturalmente Lucano. Questo appuntamento annuale dedicato all’enogastronomia e al turismo, voluto dalla Regione Basilicata sin dalla sua prima edizione, ha raggiunto ormai il traguardo delle dodici edizioni. Anche il patrocinio conferito alla manifestazione dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali rende questa manifestazione un momento importante per la crescita delle produzioni tipiche lucane. E’ questo il motivo che ci induce a sostenerla, ospitando oggi in Regione la conferenza di presentazione”.

E’ quanto ha dichiarato questa mattina il presidente della Regione Basilicata, Vito De Filippo, lnel corso della conferenza stampa di presentazione di Naturalmente Lucano, in programma nei prossimi giorni a Tito Scalo, presso la struttura di Basilicata Fiere.

“Le difficoltà e il gelo finanziario di questi ultimi anni – ha aggiunto De Filippo – hanno prodotto una selezione naturale degli eventi. Chi riesce a superare questa fase dimostra di avere le potenzialità necessarie per garantire servizi e strutture di qualità per far crescere, come in questo caso, l’interazione tra produttori, enti pubblici e privati interessati ai settori dell’enogastronomia e del turismo. E’ proprio sul rafforzamento dell’ intersettoriailità che puntano le linee programmatiche regionali – ha aggiunto il Presidente De Filippo. Vogliamo favorire la crescita di un’agricoltura multifunzionale, che sappia interagire e creare legami stretti con i settori del turismo, dell’enogastronomia e della cultura. Del resto la conferma della bontà di questa nostra scelta è dimostrata dai dati, sempre in crescita, che le nostre aziende agrituristiche registrano. La manifestazione Naturalmente Lucano – ha concluso De Filippo – centra in pieno il ‘brand Basilicata’ che con le nostre politiche vogliamo disegnare”.

“Naturalmente Lucano” assume particolare rilevanza perché consente agli imprenditori lucani di prodotti tradizionali, tipici e biologici, di poter accedere ad una vetrina che punta a far conoscere e apprezzare la filiera enogastronomica lucana, favorendo i contatti tra mondo della produzione e mondo della distribuzione”.

E’ quanto ha dichiarato l’assessore regionale all’Agricoltura, Rosa Mastrosimone, in occasione della conferenza stampa di presentazione della manifestazione, in programma nei prossimi giorni a Tito Scalo, presso la struttura di Basilicata Fiere.

“Naturalmente Lucano – ha aggiunto Mastrosimone – è sicuramente uno dei più importanti appuntamenti che si inserisce nel quadro delle azioni per la promozione e la difesa della filiera agroalimentare lucana, delle risorse naturali e della biodiversità. In tale ottica si inquadrano anche le manifestazioni agroalimentari organizzate dalla Regione che si svolgeranno a breve. Tra queste: Le Piazze del Bio a Policoro, il prossimo 25 maggio e la XII edizione del premio Olivarum, che si terrà a Matera il prossimo 15 giugno. Sono ormai settantasette i prodotti agroalimentari tradizionali della Basilicata presenti nell’elenco nazionale. Con decreto del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali sono stati approvati quattro i nuovi prodotti lucani d’eccellenza, segnalati dal Dipartimento Agricoltura. Tra questi: il Fagiolo “rosso scritto” di Pantano di Pignola, il Rappascione di Viggianello, il Pane di patata di S. Severino Lucano e il Pastizz rtunnar di Rotondella. Altri prodotti – ha affermato l’assessore – sono in attesa di ulteriori riconoscimenti, a partire dall’olio extravergine di oliva della majatica e dall’oliva infornata di Ferrandina. Stesso discorso vale per le produzioni ortofrutticole di eccellenza del Metapontino. Il Dipartimento Agricoltura – ha dichiarato ancora Mastrosimone – ha seguito le procedure che hanno portato al primo olio extravergine d’oliva, il Dop “Vulture”. Anche i Fagioli bianchi di Rotonda hanno ottenuto il marchio Dop, dopo il Pecorino di Filiano e la Melanzana Rossa di Rotonda. Grazie a questa costante attività di promozione e valorizzazione – ha concluso Mastrosimone – sono giunti a settantasette i prodotti agroalimentari tradizionali della Basilicata presenti nell’elenco nazionale”.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *